Le attività

La Biblioteca Italiana per i Ciechi, sorta nel 1928, è stata da sempre la principale biblioteca al servizio dei non vedenti. Con la creazione di ulteriori servizi, è attualmente una delle più articolate realtà italiane per la diffusione della cultura ai minorati della vista.

La cultura al servizio della minorazione visiva

Attraverso una variegata attività editoriale - che si concretizza in opere su diversi formati (vedi più avanti il testo dell'accordo con l'Associazione Italiana Editori)- la Biblioteca vuole soddisfare le diverse esigenze culturali e di apprendimento dei minorati della vista.

Il patrimonio librario - che consiste in oltre 50 mila titoli, tra opere in Braille, su audiocassetta, su supporto informatico e opere in caratteri ingranditi - copre i settori disciplinari più diversi e si indirizza a differenti fasce di lettori. La sua produzione varia da opere di letteratura, ad opere scientifiche o di carattere informativo, come periodici e riviste, a spartiti e manuali didattici per la musica.

Il Centro di Produzione è dotato di macchine punzonatrici e stampanti in grado di garantire una produzione di qualità ed una tiratura elevata delle opere presenti in catalogo o richieste personalmente dai lettori. Il processo editoriale viene seguito in ogni fase: dalla scelta del testo da pubblicare all'impaginazione e rilegatura finale.

Un capillare servizio di prestito rende disponibili, sul territorio nazionale ed estero, i volumi posseduti, ai lettori che li richiedono.

La diffusione della cultura tiflologica

La Biblioteca è inoltre impegnata nella diffusione della cultura tiflologica con la creazione del Centro di Documentazione Tiflologica di Roma - biblioteca specializzata nelle materie riguardanti la minorazione visiva - e con la pubblicazione di opere di tiflologia in nero, destinate a studiosi, famigliari, ricercatori ed in genere a tutti gli operatori del settore.

L'azione nei confronti dell'integrazione scolastica

La creazione di 16 Centri di Consulenza Tiflodidattica (in unione con la Federazione Nazionale delle Istituzioni pro Ciechi) ha impegnato attivamente la Biblioteca nel processo di integrazione scolastica dei minorati della vista. Operatori specializzati sono presenti in ogni provincia per venire incontro alle esigenze di scuole, famiglie ed enti interessati, al fine di costruire, nel miglior modo possibile, il percorso di apprendimento dello studente con minorazione visiva.

Il vademecum dei servizi (28 maggio 2015)

E' possibile scaricare un vademecum dei servizi della Biblioteca in formato DOC

L'accordo con l'Associazione Italiana Editori

Il 21 ottobre 2001 la Biblioteca ha firmato un primo accordo con l'Associazione Italiana Editori (AIE), che regolamenta la realizzazione e la diffusione, nei formati più opportuni alla loro fruibilità da parte dei minorati della vista, dei prodotti dell'industria editoriale, nel rispetto delle direttive sul diritto d'autore. Tale accordo è stato rinnovato nel 2012.